Fresco di stampa…

Di uomini e di animali di Donatella Mascia (Stefano Termanini Editore, isbn 9788895472591, euro 14) è  un libro divertente e delicato che è stato presentato alla Biblioteca Berio lo scorso 13 maggio 2019, alle ore 17, con l’intervento del prof. Francesco De Nicola e dell’attore Sandro Sommella. Si tratta di una raccolta di racconti, suddivisa in sezioni, C’è quella che ha per protagonisti gli uomini e quella che ha per protagonisti gli animali, oltre a una sezione che permette al lettore di “guardare dentro” il laboratorio della scrittrice ed assistere, per così dire dal vivo, ad alcuni esperimenti di scrittura.

Donatella Mascia, professoressa di ingegneria navale presso l’Università di Genova, cotitolare di uno storico studio di progettazione a Genova, già presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Genova, è, con questo libro, al suo quarto, per quanto riguarda la narrativa.

Da non molti anni, infatti, la narrativa si è affiancata con successo a una vita professionare intensissima e assai “tecnica”. Ne sono usciti tre romanzi: Magnifica visione, Lo spione di piazza Leopardi, Quel gran signore del gatto Aldo, tutti molte volte premiati e presentati sempre con successo.

Donatella Mascia, con la sua opera, si propone di esprimere e suscitare l’amore per la lettura (anche nei più giovani) e di invitare a una riflessione su alcuni temi rilevanti. Primo fra questi il rapporto tra uomini e animali, ovvero tra uomo e ambiente, con quanto in termini di richiesta di rispetto questo rapporto contiene; l’attenzione ai meno fortunati (si veda il racconto dedicato a San Marcellino, dove si narra di un senza-casa che ritrova una prospettiva di futuro e un lavoro), una certa mai banale e quasi classica pietas per tutti gli uomini, i quali, anche quando sono visti nella loro forza e pienezza, possono ritrovarsi d’un tratto e imprevedibilmente, fragili o deboli o bisognosi di aiuto.