Presentazione di “Una vacanza a Parigi” di Rita Parodi Pizzorno, Serel | Stefano Termanini Editore

Giovedì 26 gennaio 2023, alle ore 16, presso la Fondazione Carige (Palazzo Doria Carcassi, Sala Arazzo – via Chiossone 10, Genova), l’Associazione Amici della Poesia «Il Corimbo», organizza la presentazione del libro di Rita Parodi Pizzorno «Una vacanza a Parigi».

Genova – Giovedì 26 gennaio 2023, alle ore 16, presso la Fondazione Carige (Palazzo Doria Carcassi, Sala Arazzo – via Chiossone 10, Genova), l’Associazione Amici della Poesia «Il Corimbo», organizza la presentazione del libro di Rita Parodi Pizzorno «Una vacanza a Parigi», Serel | Stefano Termanini Editore, pp. 56. Presenterà il libro Stefano Termanini, editore. Letture di pagine scelte tratte dal libro di Rita Parodi Pizzorno saranno affidate, oltre alla stessa autrice, a Angela Cilia e Pier Francesco Aliberti. Gli intermezzi musicali sono a cura di Leopoldo Meozzi.

«Una vacanza a Parigi» di Rita Parodi Pizzorno, poetessa e narratrice genovese, con al proprio attivo una ventina di libri, racconta in forma poetica l’esperienza di un primo viaggio, compiuto nell’agosto 1959, quando l’autrice era ancora studentessa. Scegliere di spendere il proprio tempo di vacanza a Parigi, con una amica, significa dare soddisfazione al proprio desiderio di sapere e di indipendenza. «Fu il primo viaggio in treno, / la prima volta al ristorante», scrive l’autrice. Così comincia il poemetto. Annota Stefano Termanini nell’introduzione «Il senso delle prime volte, che dà alla partenza un valore nuovo, è a sua volta intriso di un sentimento di indipendenza, che coincide con l’accesso all’età adulta ed è un modo – da scoprire, da sperimentare e, perciò, fragrantemente nuovo – di affrontare il mondo». Come fece Stendhal davanti alla sontuosa bellezza della storia e dell’arte italiane, ma in una sorta di percorso simile e contrario, l’autrice si incanta davanti ai palazzi parigini, alla Torre Eiffel, alla reggia di Versailles, alla tomba di Napoleone. Parigi, meta agognata, celebrata nel ricordo, «è – si legge ancora nell’introduzione – meta dell’avventura e della scoperta di sé dentro la scoperta del mondo».

Rita Parodi Pizzorno, nata a Genova, si è occupata di scrittura di invenzione e di saggistica, scrivendo, in particolare, una dissertazione su Federico Garcia Lorca e interpretando testi di Emily Dickinson. Ha pubblicato numerose raccolte di poesie: Prime poesie, con prefazione di Luigi Surdich, nel 1993; Viaggio a Praga, con prefazione di Alessandro Massobrio, nel 1997; Preludio notturno, con prefazione di Paolo Ruffilli, nel 2003; Guglie gotiche. Viaggio in Germania, con prefazione di Graziella Corsinovi, nel 2007; Imago poetae II, con la prefazione di Graziella Corsinovi, nel 2010; Un mondo intimo di poesia, con l’introduzione di Roberto Trovato, nel 2015.
Nel 2018 ha raccolto in un unico volume, con postfazione di Roberto Trovato, tutti i libri di poesia pubblicati e vi ha aggiunto alcune poesie inedite e traduzioni in inglese. Nel 2021, traendo ispirazione dalla tragica vicenda della pandemia, ha pubblicato Le AnticheMura, con prefazione di Rosa Elisa Giangoia e nota di lettura di Stefano Termanini. Il poemetto è dedicato a Genova, città natale e amata, rivista attraverso l’immaginazione e il sentimento, in quel periodo di “quarantena” in cui il mondo intero si è fermato. |